}

mercoledì 17 novembre 2010

Chiedere e dare perdono...

Come tutti sanno, chiedere perdono è un gesto molto complesso da compiere perché, a volte, ci si rende conto subito dello sbaglio commesso, ammettendolo e ritornando, all'istante, sui propri passi; a volte, invece, è necessaria una sorta di analisi della situazione e di autoanalisi della propria persona, una maturazione dell'errore per comprendere cosa è accaduto e cosa ci ha portato a commetterlo. 
Ma è, comunque, una regola importante alla base di un rapporto, qualunque esso sia - d'amicizia, d'amore o familiare.

Chiedere perdono non è certamente sinonimo di debolezza, ma di forza e controllo. 
Inoltre, aiuta a liberarsi, a cacciare fuori le emozioni, senza reprimerle e a viverle più intensamente e, soprattutto, più serenamente. 

Perdonare è un'azione che presuppone essenzialmente, come dice lo stesso termine, un dono.
Non è un compromesso tra le parti in causa.
Non è un lasciar perdere.
Non è un calcolo che rimanda alla prossima volta quando tutto tornerà di nuovo a galla (perché si sa, si sbaglia e si continuerà a sbagliare anche in seguito al perdono ricevuto).
Perdonare, a mio avviso, è un bene. E' il bene per sé stessi e per l'altro/a.
E' un momento di crescita. 
E' un passo in più, insieme, verso la maturità, che ci aiuta a correggere i nostri limiti e a scoprire le nostre qualità.
Chiedere e ricevere perdono sono azioni sublimi, che sciolgono l'errore nell'Amore.

Io ho scoperto d'avere a fianco un ragazzo meraviglioso. 
Sbagliare nei suoi confronti è stato quasi come frantumare, anche se non volontariamente, quello che di bello stiamo costruendo. 
Comprendermi e perdonarmi è stato l'Atto d'Amore più bello che potesse fare nei miei confronti.
Ed io non ho più intenzione di deluderlo!

4 commenti:

  1. eh l'amore....ne fa saltare di ponti...ne fa perdonare cose.... ^_^

    RispondiElimina
  2. stavo girovagando per i vari blog dei miei blog-amici e sono capitata qui...ed ho letto questo titolo che subito ha catturato la mia attenzione...io nn l ho letto relativamente ai sentimenti vero l uomo che amo...ma piuttosto per un altro aspetto molto complesso...l amicizia...perchè forse il perdono in questo senso è quello che mi sta toccando di piu...
    ho molta difficoltà a perdonare quando mi viene fatto un torto...lo so è da idioti, ma faccio davvero fatica...sono eigente con gli altri quanto lo sono con me stessa, ho avuto delle scaramucce con un'amica, per me nn è un'amica ma una sorella, questi giorni...e sono delusa...molto...forse riesco a dirlo con piu sincerità dentro un blog che nn conosco che nel mio, forse nn lo voglio ammettere con me stessa ma è cosi. Dovrei passare oltre...ma questi piccoli disguidi mi hanno fatto vedere una parte di lei che sono sincera...nn mi piace per niente, ed ho paura, paura che questo perdono io nn sia in grado di darlo del tutto come giustamente citi, forse devo solo sbollire e fare passare un pò di tempo prima di giungere a conclusioni affrettate? nn lo so ...

    RispondiElimina
  3. @MarGe: Già! A volte anche "stupidi ponti"...

    @Cenerentola.moderna: perché non provi, invece, a capire i motivi delle sue azioni? Che cosa l'ha spinta a fare ciò che ha fatto?
    Prova a guardare la situazione con i suoi occhi...

    @Libby: A volte ti spingi a fare cose che non vorresti e quando ti rendi conto d'aver sbagliato, ti senti mortificata, perché pensi che la persona che ti sta accanto non lo merita.

    RispondiElimina
  4. @Mario: è una possibilità in più che viene concessa a chi sbaglia, soprattutto quando ci si conosce da poco. :) In questo caso l'Amore vince su tutto! :)

    RispondiElimina